eCRP - Moto Elettrica
MotoGP Romagna su Facebook
MotoGP Romagna su Google+
fotografia bologna
Dedicato a tutti motociclisti della Romagna e oltre...
Per informazioni scrivere a:
Entra oppure Registrati!
Motoraduni ed eventi motociclistici
Cerca Negozi officine accessori moto Strutture turistiche convenzionate Il tuo profilo
Mobile MotoGP Romagna
 Home page
 MotoGP Romagna People
 Itinerari moto consigliati
 Itinerario moto Viverone Valsesia Biella (BI)
 Nuova discussione
 
Holiday Inn
Bergamo West
Autore Discussione precedente Discussione Prossima discussione  

staffrad
Staff


2313 Posts

Posted - 09/01/2012 :  15:53:11  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale
PRIMO ITINERARIO: DA VIVERONE ALLA VALSESIA

Il punto di partenza del primo itinerario è Viverone, con la visita del suo lago, luogo di relax e di svago. Un giro in battello intorno al lago – la sua superficie è di 6 kmq – permette di scoprire la zona nord, dove sorgono hotels, bar, ristoranti e stabilimenti balneari e quella a sud, più ricca di vegetazione e più selvaggia (www.navigazioneviverone.it).

Da Viverone, direzione Cavaglià, si devia verso l’abitato di Roppolo, dove all’interno del Castello, ha sede l’Enoteca Regionale della Serra: 165 tipi di vino, 20.000 bottiglie selezionate, una suggestiva cantina con volte in mattoni e muri di pietra (www.enotecadellaserra.it).

Lasciando Roppolo, si rientra sulla SS 226 e si svolta in direzione di Piverone, da dove inizia un interessante percorso lungo le colline della Serra che offre splendidi panorami e numerose chiese romaniche. Attraverso Piverone e Zimone, si raggiunge Magnano, dove in prossimità del monastero di Bose (www.monasterodibose.it), sorge la chiesa romanica di San Secondo, che risale all’11mo secolo.
Da Magnano si raggiunge facilmente Zubiena, dove gli appassionati della natura potranno compiere escursioni nella Riserva Naturale della Bessa (www.bessa.it), antica miniera d’oro romana dal fascino misterioso, sito unico e di grande interesse archeologico, ed anche cimentarsi nella ricerca dell’oro nel torrente Elvo, ancora praticata dagli appassionati dell’Associazione Biellese Cercatori d’Oro (www.cercatoridoro.it).

Attraverso i paesi di Mongrando e Occhieppo Inferiore si giunge a Biella, dove si lascia la moto per una passeggiata nella centralissima Via Italia e per la visita ai principali monumenti di Biella Piano: il battistero dell’XI secolo e il campanile di Santo Stefano, il Duomo costruito a partire dal XIV secolo e la basilica di San Sebastiano, riccamente decorata e considerata uno dei più interessanti edifici rinascimentali del Piemonte. Imperdibile la visita al borgo medievale di Biella Piazzo, da raggiungere in funicolare, con le sue strade lastricate e i palazzi nobiliari.
Riprendendo la moto, si percorre la strada che fiancheggia il torrente Cervo dove ammirare il ricco patrimonio cittadino di archeologia industriale. Qui i complessi manifatturieri ottocenteschi, oggi restaurati, sono sempre più spesso adibiti a scopi culturali: così la Fondazione Pistoletto-Cittadellarte (www.cittadellarte.it), centro di mostre ed happening artistici, situata in un lanificio ottocentesco la cui ristrutturazione ha mantenuto intatta la fisionomia originaria, lo Spazio Pria (www.archiviopria.it) e la Fondazione Sella.

A questo punto l’itinerario prosegue risalendo la Valle del Cervo. Attraverso i paesi di Tollegno, Miagliano, Andorno Micca, Sagliano Micca e San Paolo Cervo giungiamo nel comune di Rosazza, da dove è possibile imboccare la 'Panoramica Zegna' da cui si godono scorci straordinari, e inoltrarsi nell'Oasi Zegna, area naturalistica circostante l’omonima strada panoramica di montagna dove una spettacolare apertura sulla pianura sottostante regala nelle giornate di sole uno splendido colpo d’occhio che spazia fino al Monviso. Area protetta voluta da Ermenegildo Zegna a partire dagli anni ’30, l’Oasi si sviluppa per 26 chilometri tra la Valle del Cervo e Trivero, offrendo ai visitatori oltre agli splendidi panorami innumerevoli possibilità per le attività sportive all'aria aperta. Al centro della Panoramica Zegna, a metà strada fra la Valle Cervo e il paese di Trivero, si trova Bielmonte, stazione sciistica invernale (www.oasizegna.com).

Giunti alla fine della strada panoramica passiamo i paesi di Trivero, Coggiola, Pray e Crevacuore, punto finale della “Strada della lana”, itinerario che mette in comunicazione le citta' di Biella e Borgosesia attraverso un percorso lungo il quale sorgono decine di siti industriali storici con caratteristiche diverse riguardo sia alla loro tipologia edilizia che allo stato di conservazione (http://www.docbi.it/stradalana.htm).

Da qui, attraverso Borgosesia, entriamo in Valsesia.



SECONDO ITINERARIO: LA STRADA DEI SANTUARI

Il secondo itinerario parte dalla Valle dell’Elvo, una vallata ampia e ricca di pascoli, e precisamente dal secentesco Santuario di Graglia con la basilica, il raccolto Sacro Monte e la Biblioteca (www.santuariodigraglia.it).

Da qui, l'itinerario detto 'La strada dei Santuari', una tranquilla strada di mezza costa percorribile in moto, ma anche a piedi, in bicicletta o a cavallo, collega Graglia agli altri due maggiori santuari del Biellese: primo fra tutti Oropa, uno dei luoghi prediletti dai Savoia, dove la statua della Vergine Nera custodita nell’Antica Basilica veglia sulle due basiliche, il Padiglione reale, la biblioteca storica, la galleria degli ex-voto, e il Museo del Tesoro (www.santuariodioropa.it).

Un’altra strada percorribile in moto, ma solo nei mesi estivi, da maggio a novembre, collega il santuario mariano a quello di San Giovanni d'Andorno, unico esempio in Italia di santuario dedicato alla figura di San Giovanni, incastonato nell'affascinante Valle Cervo con i suoi piccoli borghi dalle caratteristiche case in pietra (www.santuariosangiovanni.it).
Presso i santuari è anche possibile pernottare in raffinate camere recentemente ristrutturate e dotate di ogni comfort.

Fonte: www.atl.biella.it
P.za Vittorio Veneto 3
13900 Biella
Tel. +39 015 351128
Numero verde 800 811 800

  Discussione precedente Discussione Prossima discussione  
Jump To: