eCRP - Moto Elettrica
MotoGP Romagna su Facebook
MotoGP Romagna su Google+
fotografia bologna
Dedicato a tutti motociclisti della Romagna e oltre...
Per informazioni scrivere a:
Entra oppure Registrati!
Motoraduni ed eventi motociclistici
Cerca Negozi officine accessori moto Strutture turistiche convenzionate Il tuo profilo
Mobile MotoGP Romagna
 Home page
 MotoGP Romagna People
 Il mondo del fuoristrada e del cross
 CAMPIONATO ITALIANO MXJUNIOR TECHNOMOUSSE SERIES 2015
 Nuova discussione
Autore Discussione precedente Discussione Prossima discussione  

CAP
Pilota da 1000cc

Italy

927 Posts

Posted - 25/02/2015 :  12:06:11  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
Nuova era e tante novità per il ricco vivaio di giovani talenti a due ruote



MXTime - Manca poco al via del Campionato Italiano MXJunior che quest’anno sarà titolato TechnoMousse Series.

L’edizione 2015 avrà una veste nuova, rivista e cucita ad hoc per prendere sotto braccio i giovanissimi e accompagnarli nel percorso di inserimento nel mondo delle ruote tassellate. La Federazione Motociclistica Italiana dispiega le forze e crea una sorta di “sportello aperto” per i giovani crossisti: un pool di ex campioni ed esperti tecnici seguiranno direttamente sul campo i ragazzi pronti a valutare e determinare tutte le dinamiche e situazioni che si presenteranno sia dal punto di vista della disciplina sportiva che della condotta personale.

Si riparte da qui e si riparte con un calendario ben disteso e che tocca tutta l’Italia. Si riparte con una formula che riportiamo sotto nel virgolettato del comunicato stampa FMI uscito a tale proposito:

“Il Gruppo di lavoro costituito dalla CSN ha delineato le linee guida per il Campionato Italiano Motocross Junior 2015.

Ecco i principali punti e novità:
• Introduzione delle selettive con la suddivisione del territorio in due aree, nord e centro/sud. Le selettive saranno 3 (per ciascuna delle due aree) e daranno un punteggio (ridotto) valido per l’assegnazione del titolo. Le finali saranno previste in 3 gare (con punteggio pieno) e saranno ammessi i migliori 40 (20 per area) per ciascuna classe.

• La formula di gara su 2 giorni contemplerà il sabato (prove libere e cronometrate) e la domenica (gare).

• Le categorie saranno (nati negli anni):
65 – debuttanti (2006 - 2007) — cadetti (2004 — 2006);
85 – junior (2003 - 2004) - senior (2001 - 2002);
125 – (11998 - 2002).

• Per la categoria debuttanti non sono previste le finali nazionali.
• Introduzione di briefing sportivi e tecnici per piloti e genitori coordinati dal Gruppo di lavoro.
• Le piste verranno trattate per la fase delle selettive in modo da essere più “semplici” per tutti.”

Si parte il week end 7 - 8 Marzo da Montevarchi per il primo appuntamento con le Selettive Centro-Sud per passare al Nord il 14-15 Marzo a Mantova.

Tanti iscritti e tante possibilità di allargare il panorama dei giovani talenti.

Tutte le info sul nostro sito QUI http://www.offroadproracing.it/campionato-italiano-junior-motocross/

SOCIAL
Find all the Press and Media Release following the hashtag #MXJUNIOR
Facebook https://www.facebook.com/offroadproracing
Twitter https://twitter.com/OffRoadEvents

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)

Edited by - CAP on 06/03/2015 12:43:48

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 06/03/2015 :  12:42:06  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
Selettive 2015 - PRONTI, VIA!

MXTime - Trecentocinquanta piloti al via del Campionato Italiano MXJunior titolato TechnoMousse Series 2015.

Domenica 8 Marzo si disputerà il primo round valido come Selettiva Zona Centro-Sud sul circuito di Montevarchi, mentre Domenica 15 Marzo si correrà a Mantova la prima prova Selettiva Zona Nord.

Si inaugura così la nuova formula 2015 che vede interamente rivisitato il Campionato dedicato ai giovanissimi in sella a moto comprese nelle cilindrate dalla 65cc alla 125cc.

La Federazione Motociclistica Italiana inaugura la stagione dei giovani talenti con un dispiegamento di forze concentratissimo sull’educazione sportiva dei ragazzi e con un programma che fa convergere l’attenzione su una crescita mirata a “formare” atleti sia dal punto di vista della conoscenza dei regolamenti che delle prestazioni sportive. I ragazzi e le famiglie avranno a disposizione un pool di “esperti” che saranno pronti a seguire passo passo la crescita dei giovani e dei giovanissimi che si accingono ad entrare in questo mondo con un approccio da professionisti.

Il programma prevede prove e qualifiche nella giornata del sabato in cui ci saranno momenti in pista dedicati ai debuttanti con l’assistenza dei tecnici federali, lasciando la domenica interamente dedicata alle gare vere e proprie.

Inoltre, su iniziativa della Federazione Motociclistica Italiana e dei MotoClub, il costo dell'iscrizione alle prove delle selettive per la categoria Debuttanti sarà equiparato alla quota di partecipazione al Campionato Regionale.

Cominciamo quindi a scaldare i motori e ad aprire le manopole del gas…il conto alla rovescia è iniziato e lo spettacolo MXJunior ci lascerà anche quest’anno con il fiato sospeso ad ogni prova perché questi ragazzi in pista sono una garanzia per lo spettacolo delle due ruote artigliate.

Rimanete sintonizzati e non perdete il LIVE TIMING che sarà attivo sul nostro sito da sabato

LIVE TIMING MXJUNIOR http://www.offroadproracing.it/live-timing/
ELENCHI ISCRITTI MXJUNIOR http://www.offroadproracing.it/elenco-iscritto-intmx-15/
Vi aspettiamo in pista domenica a Montevarchi!
Tutte le info sul nostro sito QUI http://www.offroadproracing.it/campionato-italiano-junior-motocross/

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 09/03/2015 :  12:24:35  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
IL FUTURO E' GIA' QUI



MXTime - Il nuovo ciclo del minicross italiano è iniziato sotto i migliori auspici.

La bufera che negli scorsi giorni ha terrorizzato e distrutto ha lasciato solo una lieve traccia di sé nel vento impertinente che ha soffiato per tutta la giornata su un Miravalle perfetto, il maltempo è stato sostituito da un sole primaverile che ha accompagnato i 177 piloti che si sono dati appuntamento a Montevarchi per il primo round delle selettive centro nord del Campionato Italiano Mx Junior.

MXJunior 125
Gara#1
Le selettive Area Centro Sud si aprono sotto il segno di Andrea Zanotti. Il ragazzino Sanmarinese, sembra proprio voler iniziare questa stagione come ha terminato quella passata, solo al comando davanti a tutti gli altri. Alla prima curva il giovane rider, in forza al team DP19 racing, è secondo alle spalle di un agguerrito Alessandro Lentini, che già era sembrato in grandissima forma agli INTMX. Bastano, però, pochi istanti al numero 19 per passare al comando ed iniziare una cavalcata solitaria che terminerà solo sotto alla bandiera a scacchi. A Lentini non resta che difendere la seconda posizione da Manuel Iacopi e da Luka Milec. Sarà proprio il pilota sloveno del Team Solarys a tagliare il traguardo al terzo posto, complice anche una caduta, fortunatamente senza conseguenze di Iacopi. A gara terminata, il colpo di scena, Andrea Zanotti non supera la fonometrica e viene retrocesso in sesta posizione. La classifica si trasforma, al primo posto Alessandro Lentini, seguito da Luka Milec e da Riccardo Lauretti.

Gara#2
La rabbia di Andrea Zanotti si trasforma in grinta allo stato puro, esce dal cancelletto come un missile, suo sarà l’holeshot e ancora una volta sua è la vittoria di manche. Alle sue spalle ancora Alessandro Lentini, che questa volta non riesce però a contenere gli attacchi di Luka Milec. Mentre le prime due posizioni sono chiare e immutabili sin dai primi giri, è davvero avvincente la battaglia per il terzo e quarto posto. La bagarre coinvolge ben cinque piloti, Lentini, Lauretti, Gabriele Oteri, Manuel Iacopi e Gianmarco Cenerelli. Alla fine avrà la meglio ancora il pilota romano su Husqvarna. Ma anche questa volta le emozioni non finiscono con la gara, sarà proprio Alessandro Lentini ad essere retrocesso, sempre per problemi di fonometrica. La sua posizione viene quindi occupata da Manuel Iacopi.

MXJunior 85 Senior
Gara#1
Partenza a razzo per Alessandro Facca, il piccolo rider del team Marchetti Racing, si conferma uno specialista del cancelletto, conquista l’holeshot e mantiene la testa della gara per i primi quattro giri, quando deve arrendersi allo strapotere di un Emilio Scuteri, che, dopo una stagione di sfortunata segnata da molti infortuni, sembra aver recuperato lo stato di grazia del 2013 quando vinse l’italiano 85 Junior. La lotta per il terzo posto è tra Francesco Bassi e Gioele Palanca. Sarà proprio quest’ultimo a spuntarla ed ad avere la meglio sul pilota toscano del Revolution Racing Team. Sfortunatamente anche per Gioele Palanca arriva la retrocessione per non avere superato la prova fonometrica, e la terza posizione di manche, faticosamente conquistata, torna così nelle mani di Francesco Bassi.

Gara#2
Manche diversa, copione identico. Anche questa volta ad Emilio Scuteri manca solo l’holeshot per rendere perfetta una gara da incorniciare. Dal secondo giro il giovane siciliano, dà, infatti, vita, ad una corsa in solitaria, i suoi tempi sono impressionanti e nessuno riesce a tenere il suo passo. Alle sue spalle, anche se decisamente distanziato, il bravo Alessandro Facca è padrone assoluto del secondo posto. Più avvincente la lotta per la terza piazza, che vede coinvolti i soliti Francesco Bassi e Gioele Palanca. Anche Mattia Capuzzo, questa volta è della partita. Ma come abbiamo detto, il copione è identico, Bassi cede il passo a Palanca che, in modo assolutamente incredibile, verrà nuovamente retrocesso al termine della giornata. Se questa giornata fosse un film, sarebbe decisamente un Horror per il rider marchigiano. A portare una piccola varibile in questa sceneggiatura, arriva a questo punto la terza posizione di Mattia Capuzzo, che aveva avuto la meglio su Francesco Bassi proprio nelle fasi conclusive della gara.

MxJunior 85Junior
Gara#1
Pronti, partenza, via, inizia immediatamente “l’one man show” di Andrea Adamo, che in pochi giri ha già messo una distanza incolmabile fra se’ ed il più vicino degli avversari. Il piccolo siciliano, che proprio qui a Montevarchi era stato vittima in passato di un grave infortunio, ha dimostrato di avere decisamente dimenticato il passato e di volere un futuro vincente. Molto bella la gara alle spalle del primo, Antonio Giordano, campione italiano junior cadetti 2014, Gaetano Cassiba e Carmelo Francesco Riolo danno vita ad una lotta senza quartiere. La bandiera a scacchi vedrà in seconda posizione Gaetano Cassiba, seguito da Riolo e da Antonio Giordano

Gara #2
Andrea Adamo è ancora una volta il protagonista di una fuga solitaria ed indisturbata, dietro di lui ,questa volta, non si combatte, Antonio Giordano mantiene solidamente la seconda posizione, mentre Carmelo Francesco Riolo parte ed arriva in terza piazza. Solo Gaetano Cassiba non è della partita, una piccola caduta lo toglie dalle primissime posizioni. Alle spalle del terzetto di testa si piazza Cosimo Bellocci.

MxJunior 65 Cadetti
Gara #1
E’ la giornata dei protagonisti solitari, e anche i Cadetti non smentiscono questo schema. Matteo Vantaggiato vince e dimostra una netta superiorità sin dal primo momento, girando due secondi più veloce del suo avversario più vicino, il pilotino romano Valerio Lata. Più movimentata la situazione alle loro spalle. I 65 sono piccoli ma non per questo meno agguerriti, e così Giovanni Lippolis, Giorgio De Crescenzo e Morgan Bennati si sfidano a suon di sorpassi di entrate degne di rider più esperti. La terza posizione sarà di Giovanni Lippolis, ma lo spettacolo è merito di tutti.

Gara #2
Ancora Matteo Vantaggiato davanti a tutti, dal primo all’ultimo secondo di gara. Davvero impressionante, la decisione e la regolarità del ragazzino pugliese. Valerio Lata, il pupillo di Pietro Tarulli, conferma l’ottima prestazione della prima manche e conquista nuovamente il secondo posto. Terzo, questa volta, Morgan Bennati.

MxJunior 65 Debuttanti
Pochi i debuttanti per fare un report vero e propri, sarebbe ingiusto citarne alcuni e non altri, sono stati tutti bravi e coraggiosi anche solo per il fatto di aver voluto confrontarsi in un gara di campionato italiano…

Gara #1
1° ZANCHI Ferruccio - 2° SALVINI Nicola - 3°PULVIRENTI Alfio Samuele
Gara #2
1° SALVINI Nicola - 2° ZAGAGLIA Marco - 3° PULVIRENTI Alfio Samuele

RISULTATI MXJUNIOR 2015 http://www.mgmtiming.it/2015/Selettive%20MX%20Junior/Default_OR.aspx
http://www.offroadproracing.it/campionato-italiano-junior-motocross/

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 12/03/2015 :  12:17:36  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
SELETTIVE 2015- BENVENUTI AL NORD!

MXTime - Lo scorso weekend a Montevarchi, con il grande successo del primo round delle selettive centro-sud, abbiamo visto scrivere le prime pagine dell’ ambizioso progetto della Federazione Motociclistica per il rinnovamento del Minicross in Italia.

Nei due giorni di gara sono emersi tutti gli elementi chiave di questo nuovo ciclo e che saranno le caratteristiche fondamentali del campionato MXJunior in questa edizione 2015 titolato TechnoMousse Series. L’attenzione ai ritmi di crescita, alle diverse fasce di età e alle differenti abilità dei singoli atleti. Il focus sull’agonismo che non può comunque mai prescindere dall’aspetto ludico, il rispetto umano e sportivo che passa anche attraverso l’osservanza delle regole, l’importanza di una comunicazione chiara e biunivoca fra Federazione, piloti e genitori, il ruolo chiave dei tecnici federali come alleati nella maturazione psicofisica dei ragazzi.

La centralità della sicurezza che si esprime in una perfetta e ripetuta manutenzione del tracciato di gara e nella presenza qualificata e attenta di medici della Clinica Mobile.
Ora è il turno del Nord! Sabato 14 e Domenica 15, Mantova accoglierà 170 piloti agguerriti, fra gli 8 e i 17 anni. Il motocross dei ragazzi è un concentrato di pura energia, adrenalina, divertimento, grinta e tecnica, nessuno come loro sa portare in pista l’essenza di questo sport. Gli ingredienti per un fantastico weekend, da vivere con il fiato sospeso e il cuore a mille, ci sono tutti.

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 16/03/2015 :  12:02:31  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
SELETTIVE 2015 - Mantova - IL VENTO DEL NORD

MXTime - Un vento gelido allontana i timori di pioggia e soffia sulla pista finalmente preparata alla perfezione. Lo scenario di questo weekend di gara ha tutti gli ingredienti che vorremmo sempre vedere quando corrono i ragazzi, gruppi di bambini che giocano festosi prima e dopo le manche, tavolate allegre di genitori “stranamente rilassati”, briefing affollati da pilotini curiosi e attenti e poi le gare, quelle vere, quelle fatte al cento per cento delle possibilità, senza risparmiarsi mai, con l’entusiasmo e la passione che solo i giovani rider possono avere. Grazie a tutti i partecipanti, siamo stati fortunati a poter vivere emozioni con voi!

MXJunior 125
Gara #1
La prima manche dei 125 qui a Mantova è stata una di quelle gare che si ricordano perché il motocross è lo sport più bello del mondo. Tredici giri tiratissimi, tutti d’un fiato con le pulsazioni a mille. E’ la giornata di Morgan Lesiardo, e si capisce immediatamente, schierato al ventinovesimo cancelletto, per un problema tecnico in qualifica, parte davanti e fa il vuoto, la sua guida potente e rilassata al tempo stesso, è irresistibile. Alle sue spalle Davide Cislaghi e Michele Baraiolo mantengono senza apparenti problemi le rispettive posizioni dalla prima curva alla bandiera a scacchi. Il “delirio” inizia subito dietro alle loro spalle. Gianluca Facchetti parte male e viene risucchiato dal gruppo fino alle ultime posizioni. Al termine del primo giro è diciannovesimo, la sua cavalcata a testa bassa e a suon di sorpassi al limite della fisica lo porterà sino in quinta posizione, dietro ad un ottimo Nicola Bertuzzi. Epica anche la rimonta di Filippo Zonta che, caduto alla prima curva, si rialza dolorante e riparte ultimo con una voragine di secondi fra se’ e gli altri. Testa, grinta e tanto cuore lo spingono ad inseguire ed arrivare sino in ottava posizione, la bandiera a scacchi lo ferma mentre è alla rincorsa di Yuri Quarti, settimo.
Sul gradino più alto del podio a fine giornata, ovviamente Morgan Lesiardo, seguito da Davide Cislaghi e Michele Baraiolo

Gara #2
Solo un piccola variazione sul tema di questo film che oggi ha i colori della TM e il viso sorridente di Morgan Lesiardo. Il pilota del TM MX FMI Racing Team non parte davanti questa volta e deve inseguire un velocissimo Davide Cislaghi che si arrenderà solo al quarto giro, da qui in poi davanti a Morgan solo la voglia di arrivare alla bandiera a scacchi. Cislaghi sarà costretto a cedere il passo anche ad uno scatenato Filippo Zonta che, partito quinto, terminerà la gara non lontanissimo dal primo. Al terzo posto un ottimo Michele Baraiolo e dietro al terzetto di testa il solito, scatenato, Gianluca Facchetti, in rimonta dal settimo posto.

85 Senior
Gara #1
Un solo piccolo grande protagonista per questa giornata di gare degli 85 Senior. Raffaele Giuzio, un concentrato di tecnica, velocità e forza nascosti dietro un sorriso disarmante. Il ragazzino del DRT Competition, parte davanti e fa il vuoto, nessuno dei pur validi avversari, sembra avere la forza di contrastarlo. Solo Giulio Nava sulla sua Honda 150 riesce a tenere per qualche giro il passo del primo, finché Giuzio non si allontana definitamente. Terzo Manolo Morettini, un risultato davvero eccellente per il ragazzo venuto dell’enduro. Bellissima anche la quarta posizione di Simone Crippa, conquistato in rimonta dal settimo posto.

Gara #2
Pronti, partenza, via! Raffaele Giuzio “ingrana la quinta” e non si ferma più. Ad inseguirlo un bravo Federico Tuani che manterrà, senza problemi, la seconda piazza per tutta la gara. Più combattuta la lotta per la terza posizione, dove Manolo Morettini, Max Ratschiller e Mirko Valsecchi si confrontano ad armi pari. Avranno la meglio Valsecchi e la sua TM.
Il podio di giornata sarà: Raffaele Giuzio seguito da Federico Tuani e da Manolo Morettini.

85 Junior
Gara #1
Anche per i più giovani fra gli ottantacinque nella prima manche c’è un protagonista al centro del palcoscenico. Kevin Cristino, holeshot e gara da incorniciare per il piccolo piemontese, nella rosa dei favoriti per la vittoria finale di questo italiano Junior 2015. Alle sue spalle Tommaso Sarasso, super al secondo giro, e Andrea Bonaccorsi. Le prime tre posizioni rimangono cristallizzate sino alla bandiera a scacchi. Alle spalle del terzetto di testa si piazza Alberto Barcella, combattivo come sempre.

Gara #2
La seconda Heat sembra iniziare con un copione già scritto ma si trasforma subito in un film di Hitchcock. Holeshot e accenno di fuga per il “solito noto” Kevin Cristino. Il ragazzino su KTM ha però immediatamente un problema alla moto, ne approfitta Tommaso Sarasso, da elogiare per tecnica e regolarità, che si porta al comando della gara per non lasciarlo più. Inizia così una bagarre e una serie di sorpassi reciproci fra Alberto Barcella e Kevin Cristino, finché la moto del rider piemontese non lo abbandona definitamente. A questo punto Barcella su Suzuki ha campo libero e la seconda posizione assicurata. Terzo, ancora una volta, Andrea Bonaccorsi. A tingere di “giallo” la gara arriva la retrocessione di Kevin Cristino per motivi che riguardano penalità per sorpasso con bandiera gialla. La classifica finale di giornata vedrà quindi Tommaso Sarasso sul gradino più alto del podio, seguito da Alberto Barcella e Andrea Bonaccorsi.

65 Cadetti
Gara #1
Il piccolo folletto Daniel Gimm, genio e sregolatezza, parte in testa e riesce a mantenere la prima posizione sino al traguardo. Al secondo posto si piazza Rocco Bertin, dopo aver superato al secondo giro Alberto Ladini che terminerà la gara con un comunque grande terzo posto.

Gara #2
Simone Pavan, che aveva conquistato la pole in qualifica, parte in testa ma si fa superare dal veloce e regolare Rocco Bertin. Pavan terminerà secondo, mentre il pilotino veneto darà vita ad una cavalcata solitaria sino al traguardo. Ottimo e non atteso sulla carta il terzo posto di Nicolò Turaglio. Ci pensa Daniel Gimm a movimentare la gara con un tuffo nel canale dopo un salto, bagnato ed infangato risale in sella e termina la manche.
La classifica di giornata vede Rocco Bertin sul gradino più alto, seguito da Daniel Gimm e Simone Pavan.

65 Debuttanti[/b]
Come sempre con i bambini così piccoli non ci sentiamo di fare un report di gara vero e proprio, preferiamo sottolineare la loro bravura e il loro coraggio. Vogliamo evidenziare anche il grande lavoro del sabato fatto dai tecnici federali con questi rider. Sono i primi semi di un grande lavoro che, sicuramente, se capito ed appoggiato, darà i suoi frutti.

Classifica Finale[/b]
Primo Mattia Mariani – Secondo Alberto Sanna- Terzo Giacomo Carozzi

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)

Edited by - CAP on 16/03/2015 12:03:48
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 13/04/2015 :  10:30:28  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
SELETTIVE 2015 Centro-Sud - San Severino (Mc) - VA IN SCENA LA PASSIONE!

Start Time Il San Pacifico si farà bello come nelle occasioni più importanti per accogliere al meglio i 180 piloti dagli otto ai diciassette anni che si daranno battaglia, questo weekend, sulle sue salite mozzafiato. I ragazzini meritano il meglio e non potrebbe esistere una cornice migliore, per questo secondo round di selettive, del panorama mozzafiato delle colline marchigiane in una giornata di sole. La location è fantastica ma i giovani rider non si faranno di certo distrarre dalle lusinghe di una primavera ritrovata, sabato e domenica sarà gara vera. E non importa solo il punteggio o il risultato di giornata, i ragazzi dell’italiano MXJunior quando corrono ci mettono sempre l’anima, il cuore e tanto, tantissimo gas!

MxJunior 125
Cinque piloti agguerritissimi in meno di duecento punti, la voglia di rivincita di alcuni di loro dopo le retrocessioni per fonometrica irregolare a Montevarchi, la spavalderia dei Rookie e la ricerca di conferme dei più esperti, ci sono tutti gli ingredienti per trasformare la gara dei 125 in una bagarre esaltante. Luka Milec (Husqvarna Solarys), Andrea Zanotti, Alessandro Lentini, Riccardo Lauretti e Manuel Iacopi si sfideranno al vertice, senza esclusione di colpi, ma gli altri non rimarranno certo a guardare, osservati speciali, Alessandro Manucci (TM MX FMI Racing Team), Gabriele Oteri e Manuel Dolce, in cerca di riscatto dopo un primo round non all’altezza delle loro aspettative.

MxJunior 85 Senior
Emilio Scuteri guarda dall’alto dei suoi 500 punti i suoi avversari diretti. Alessandro Facca, Francesco Bassi (KTM - Revolution Racing Team), Mattia Capuzzo e Carmelo Ferla non si sono certo demoralizzati dopo la perfetta perfomance al Miravalle del pilota calabrese, siamo sicuri che si presenteranno a San Severino più carichi che mai. Da osservare con attenzione sarà il marchigiano Gioele Palanca, che dopo la sfortuna della prima gara vorrà certamente rifarsi e quale luogo migliore della pista di casa?

MxJunior 85 Junior
Andrea Adamo domina la classifica generale e sembra inarrivabile. Antonio Giordano (Husqvarna Solarys), Carmelo Riolo e Gaetano Cassiba si contendono la seconda piazza, separati da soli dieci punti uno dall’altro. Davide Zampino e Nicola Bellocci inseguono da lontano. Non dimentichiamo mai che solo i primi venti accedono alle fasi finali del campionato, per cui è battaglia senza quartiere anche per posizioni considerate solitamente di rincalzo.

MxJunior 65 Cadetti
Matteo Vantaggiato proverà a difendere la sua leadership dagli attacchi di un motivatissimo Valerio Lata. Purtroppo un grave infortunio, durante una gara del campionato regionale Toscana, ha costretto Morgan Bennati (KTM - Steel Motocross), terzo in classifica generale, a terminare bruscamente la stagione. La sua assenza lascia spazio alla sfida, accesissima, fra Giovanni Lippolis, Giorgio De Crescenzo e Tiberio Mazzantini.

Sarà un weekend di emozioni indimenticabili al San Pacifico, perché quando il gioco si fa duro…i ragazzini cominciano a giocare!

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 14/04/2015 :  08:42:34  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
SELETTIVE 2015 Centro-Sud - San Severino (Mc) - APPLAUSI A SCENA APERTA!

Start Time - A San Severino gli ingredienti per una giornata “da Oscar” c’erano tutti. La scenografia impareggiabile delle colline marchigiane in una giornata di primavera che si finge estate. Un tracciato impegnativo, preparato con la cura meticolosa che si riserva ad un mondiale. Protagonisti che hanno dato l’anima, sfide mozzafiato e una regia attenta e competente hanno completato l’opera dando vita allo spettacolo perfetto. Standing ovation!

MxJunior 125
Gara #1
Quattro piloti che si alternano al comando, sorpassi all’ultimo respiro, sfide a suon di tempi veloci. I ragazzi del 125 fanno immediatamente capire che sarà una di quelle giornate da annali del motocross. Parte davanti Riccardo Lauretti e chiude in testa il primo giro, ma Luka Milec non ci sta, e va a prendersi di prepotenza la prima posizione. Lo sloveno del Team Solarys conduce la gara per otto giri, ma alle sue spalle si è scatenato l’inferno. Alessandro Lentini e Paolo Ricciutelli, ripettivamente quarto e quinto in partenza, danno vita ad un forcing che li porterà a ridosso dei primi. Inizia così il duello, senza esclusione di colpi, che sarà il leit -motiv di entrambe le manche. Il pilota romano passa al comando alla decima tornata ma non ha fatto i conti con Ricciutelli, il ragazzino abruzzese è scatenato, lo supera immediatamente e va a vincere. Dietro di loro un ottimo Andrea Zanotti, forse meno incisivo che a Montevarchi, ma capace di gestire la gara e difendere la terza piazza anche dagli attacchi di un Luka Milec furioso per i sorpassi subiti. Eccellente anche la prestazione del siciliano Gabriele Oteri che sembra essersi finalmente ritrovato.

Gara #2
La seconda Heat dei centoventicinque non è stata certamente adatta ai deboli di cuore. In questa manche succede di tutto, ed è persino difficile raccontare i fatti senza farsi sopraffare dall’emozione.
Primo colpo di scena già in partenza: mucchione alla prima curva, tantissimi piloti coinvolti, ad avere la peggio sono Luka Milec ed Andrea Zanotti, che si ritrovano, un po’ acciaccati, a dover ripartire dal fondo del gruppo. I due si lanciano in una rincorsa disperata che li porterà rispettivamente in undicesima e tredicesima posizione. Anche Manuel Dolce recupera, sorpasso, dopo sorpasso e termina quattordicesimo. Purtroppo in questo spettacolo magnifico non è mancato il dramma, nemmeno il tempo di riprendere fiato che, alla seconda curva, cadono Gabriele Oteri e Nicolò Salvatori. Il giovane siciliano ha la peggio, frattura scomposta di entrambi i polsi per lui. Solo un istante per fare i nostri auguri di pronta guarigione a Gabriele e poi via a raccontare il resto di questa manche tiratissima. Alessandro Lentini e Paolo Ricciutelli sono miracolosamente scampati all’ammucchiata in partenza, Lentini è davanti ma Ricciutelli lo supera sul salto lungo in curva, il romano risponde ripassandolo sul salitone, e così, fra block pass, sorpassi al limite e traiettorie impensabili i due si sfidano sino alla bandiera a scacchi. Vince ancora il pilota abruzzese, ma il pubblico sulla “piramide” è in piedi ad applaudire tutti e due questi piccoli, grandi guerrieri. Terzo, con merito, Gianmarco Cenerelli, quarto Manucci (TM MX FMI Racing Team) che da qui può gettare le basi per il suo riscatto e quinto un affidabile e costante Riccardo Lauretti, “il dottore” non si smentisce mai.
Sul gradino più alto del podio salirà Paolo Ricciutelli, seguito da Alessandro Lentini e Gianmarco Cenerelli. Andrea Zanotti riuscirà a limitare i danni chiudendo con un buon quarto posto

MxJunior 85 senior
Gara #1
Più prevedibile la gara degli ottantacinque senior ma non per questo meno ricca di spunti. Sembra quasi esserci uno schema definito, che si ripete da Montevarchi. Alessandro Facca guarda oltre il cartello dei cinque, in un punto che vede solo lui, abbassa la testa e parte, davanti come sempre. Il piccolo romano è ormai uno specialista dell’holeshot, pare aver assorbito, per osmosi, l’abilità di Josè Butron, pilota del mondiale e suo compagno di team. Emilio Scuteri, occhi scuri come la terra, orgoglio calabrese e velocità da vendere arriva da dietro, è inarrestabile, prima della fine del primo giro è già in testa a dettare un ritmo indiavolato a cui nessuno può resistere. Giole Palanca cerca il riscatto dopo la sfortuna del primo round, l’aria di casa fa il resto, tallona Alessandro Facca da vicino e lo supera al quinto giro, le posizioni rimarranno invariate sino alla bandiera a scacchi. Dietro al terzetto di testa Francesco Giordano, Davide Costantini e Carmelo Ferla, dalla Sicilia con furore.

Gara #2
La seconda Heat è la fotocopia della prima, strapotere di Emilio Scuteri che domina la gara prendendosi tutto, tranne l’ holeshot che sembra ormai essere monopolio di Facca. Giole Palanca conquista la seconda posizione dopo poche tornate dal via e tutto scorre nei sicuri binari della prevedibilità. Fra le variabili il quarto posto di Mattia Capuzzo che nella prima manche era stato protagonista di una grande rimonta dopo una caduta per un contatto in partenza, ma non era andato oltre l’undicesima piazza.
La Classifica di giornata, identica a quella di campionato, recita, nell’ordine, Scuteri, Palanca, Facca, Capuzzo.

MxJunior 85 Junior
Gara #1
Sembra ci sia poco da fare contro i “superpoteri” di Andrea Adamo, che anche questa volta domina la gara con una sicurezza ed una tecnica impressionanti. Il “Rookie” Antonio Giordano (Husqvarna Solarys) fa quello che può per rendergli la vita leggermente meno facile ed estrae dal cilindro una partenza al fulmicotone ed un primo giro da manuale prima di arrendersi alla velocità del piccolo siciliano.
Bello il duello fra Pietro “Razzo” Razzini, Cosimo Bellocci e Davide Zampino. Avrà la meglio il pilota Reggiano.

Gara #2
Ancora Adamo dal primo giro, questa volta, alla bandiera a scacchi. Ancora secondo un fantastico Antonio Giordano che può consolarsi con l’idea che il gap di secondi con il più esperto capolista è un po’ diminuito. Razzo Razzini si conferma ottimo terzo, quarto il piccolo Gaetano Cassiba.

MxJunior 65 Cadetti
Gara #1
Duello serrato fra Giovanni Lippolis e Valerio Lata, alla fine la spunterà il piccolo del team Milani. Alle loro spalle un bravissimo Fabiomassimo Palombini, seguito da Matteo Vantaggiato.

Gara #2
Questa volta è dominio di Fabio Massimo Palombini, seguito a ruota da Giovanni Lippolis e dal solito piccolo combattente Valerio Lata. Solo quarto Giovanni Lippolis.
Il podio di giornata vede Palombini davanti a Lata e Vantaggiato, con un po’ di rammarico per Lippolis.

Mx Junior65 Debuttanti
Altra grande giornata per i piccoli debuttanti che, come sempre, seguiti con attenzione e pazienza dai tecnici federali, si sono confrontati su un tracciato davvero impegnativo. Bravissimi!!

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 20/05/2015 :  13:45:57  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
SELETTIVE 2015 #8203;Area Nord - Ciglione Della Malpensa (VA)
PIU’ FORTI DELLA BUFERA


Report Time - Il Campionato Junior 2015 è “atterrato” a Malpensa, nonostante la tempesta che venerdì ha devastato la zona della pista e dell’aeroporto. La passione dei ragazzi e la volontà della Federazione e degli organizzatori è stata più forte del maltempo, degli imprevisti e della sfortuna. Domenica, in una formula non stop, “tutto in giorno”, ripescata per l’emergenza, i ragazzi si sono sfidati al Ciglione, è stata una giornata avvincente, tutta di un fiato, di quelle che ti fanno capire perché i ragazzini del motocross sono così speciali.

MX Junior 125
Gara #1 - Ci sono giornate, come questa, in cui i vincitori sembrano predestinati, a Malpensa si è capito subito che il protagonista indiscusso sarebbe stato Gianluca FACCHETTI (KTM De Carli Racing Junior Team). Sarà perché in questa pista si sente un po’ a casa, o perché la vittoria dei 125 era dedicata alla memoria di Cinzia Lomazzi, segretaria del motoclub MV, che sulle salite e discese del Ciglione lo ha visto crescere, che il rider ormai “adottato” da Claudio De Carli, ha dominato. Gianluca si è dimenticato dell’infortunio alla clavicola, che ha complicato il suo inizio stagione, e ha dato vita ad una gara perfetta a cui è mancato solo l’holeshot, conquistato da un sorprendente Davide Bianchi. Alle spalle del Rookie di Treviglio, Davide CISLAGHI (TM), veloce, costante e sempre più motivato dopo il podio europeo a Talavera della Reina. Alle spalle dei due si piazza Filippo ZONTA (Husqvarna), dopo un duello vittorioso con un sorprendente Paolo LUGANA (KTM Evo+XOffRoad Junior Team). Il pilota del Team Evo, altra new entry nel mondo del 125, terminerà gara in sesta posizione. Chiude quarto Morgan LESIARDO (TM MX F.M.I. Racing Team), che ancora una volta riesce con una rimonta mozzafiato a far dimenticare le sue partenze non perfette. Quinto il bravo Nicola BERTUZZI.

Gara#2 - Nella seconda heat arriva anche l’holeshot a consacrare la prestazione di Gianluca Facchetti, che dimostra di avere ritrovato la grinta e la spavalderia dei tempi dell’ottantacinque. Non solo vittoria per il ragazzino su KTM, ma anche un grande show a base di “scrub” e tripli al limite della fisica. Come in un copione già scritto, Davide Cislaghi occupa, indisturbato, la seconda posizione, mentre dietro di loro si scatena l’inferno. Filippo Zonta ha la meglio su Paolo Lugana e conquista il terzo posto, sinché una caduta a tre giri dal termine lo costringe a ripartire dalle retrovie, tanta sfortuna quest’anno per il rider veneto. Inutile dire che la partenza di Morgan Lesiardo non è impeccabile, lo è invece la corsa forsennata, contro il tempo e gli avversari, che lo porterà a conquistare la terza posizione di manche e il gradino più basso del podio di giornata. Bravissimo in gara due Paolo Lugana, che chiude quarto, e davvero incredibili Yuri Quarti, Thomas Berto e Pietro Secco, rispettivamente quinto, sesto e settimo di manche.
Il podio di giornata vede, ovviamente, primo Gianluca Facchetti, davanti a Davide Cislaghi e Morgan Lesiardo.

Mx Junior 85 Senior
Gara#1 - A due mesi dalla prima gara di Mantova sembra di essere intrappolati in una bolla spazio temporale, l’ambientazione è diversa ma il copione è identico, Lorenzo CORTI, il ragazzino venuto dall’enduro, dimostra ancora una volta di essere uno specialista delle partenze e annichilisce tutti con un holeshot fulminante, questa volta, però, non si limita a partire bene, ma rimane al comando per ben sette giri, quando la fatica si fa sentire e lo costringe ad arrendersi alla velocità di un inarrestabile Raffaele GIUZIO (KTM). Il ragazzino del Team DRT parte terzo e conquista la prima posizione dopo un avvincente battaglia con il bravo e veloce Giulio NAVA (Honda 150). Raffaele non è solo veloce, ha testa e grinta, sa aspettare e passa al terzo giro, con la complicità di un errore del pilota su Honda 150. Nava non si lascia scoraggiare e termina comunque la manche con uno splendido secondo posto. Terzo Federico TUANI (KTM), bravo a mantenere un ritmo regolare e ad approfittare della stanchezza di Lorenzo CORTI che termina quarto.

Gara #2 - Questa volta Raffaele Giuzio non vuole rischiare, ai cinque secondi guarda il cancelletto, abbassa la testa, allarga i gomiti e decide che partirà primo. E così dalla prima curva alla bandiera a scacchi la seconda manche è un assolo indisturbato del ragazzino su KTM, difficile a questo punto trovargli dei rivali nell’area nord di queste selettive 2015. La seconda posizione viene conquistata a suon di sorpassi, duelli e traiettorie perfette da un fantastico Federico Tuani, in una rimonta strepitosa dall’ottavo posto. Combattutissima la lotta per la terza posizione, il solito Giulio Nava, un sorprendente Emanuele LAMERA e Manolo MORETTINI, si affrontano senza paura, avrà la meglio Nava con il suo 150 quattro tempi. Emanuela Lamera terminerà quinto alle spalle anche di un incontenibile Simone MALAGOLA, in recupero forsennato dal decimo posto.
Sul gradino più alto del podio, a fine giornata, ovviamente Raffaele Giuzio, seguito da Federico Tuani e Giulio Nava.

Junior Mx 85 Junior
Gara #1 - Ormai li conosciamo ed aspettiamo questa gara con trepidazione, perché una manche di Kevin CRISTINO (KTM), Tommaso SARASSO (KTM Evo+XOffRoad Junior Team) ed Alberto BARCELLA (Suzuki) è più avvincente di una sfida mondiale. I tre ragazzini hanno saputo trasformare la loro rivalità in agonismo puro e danno vita a duelli memorabili. Come a Mantova, Kevin Cristino parte primo, tallonato da vicino da Sarasso e Barcella. I tre non mollano mai, danno l’anima su ogni curva, si lanciano nel triplo in discesa, provano a incrociare traiettorie impensabili. Tommaso Sarasso, tenta più volte di passare Cristino, lo raggiunge nella parte bassa e lo affianca sul salto dell’arrivo. Il pilota del TDR riesce sempre a contenere gli attacchi, recuperando qualcosa nelle zone alte della pista. Al sesto giro passa il rider del Team EVO ma alla tornata successiva Cristino torna in testa e va a vincere. Alle loro spalle Alberto Barcella non ha mai ceduto un millimetro, spingendo la sua Suzuki oltre al limite sulle salite impegnative del Ciglione. Quarto il bravo Andrea BONACCORSI e quinto un eccellente Andrea RONCOLI.

Gara #2 - Proprio mentre tutti attendono i soliti noti, Andrea Bonaccorsi sorprende pubblico ed avversarsi con una partenza dirompente. Il pilotino del Silver Action è bravissimo a non cedere al ritmo incalzante del solito trio Sarasso, Cristino, Barcella. E’ proprio Tommaso Sarasso a tallonarlo più da vicino, sinché una sua scivolata non lascia campo libero a Kevin Cristino e ad Alberto Barcella. I due si lanciano all’inseguimento del pilota fuggitivo ma sotto alla bandiera a scacchi saranno rispettivamente secondo e terzo. Quarto, un encomiabile Andrea ROSSI, quinto Andrea RONCOLI e sesto il bravo Alberto BRIDA.
Il gradino più alto del podio sarà per Kevin Cristino, secondo Andrea Bonaccorsi e terzo Tommaso Sarasso.

Junior 65 Cadetti
Gara #1 - Partenza da manuale per Alberto LADINI che si lascia gli avversari alle spalle e domina la gara sino al quinto giro, quando deve cedere il passo alla grinta di Matteo RUSSI che arriva lanciato e a testa bassa dopo una rimonta dalla quinta posizione. Sin qui sembra tutto lineare, in realtà dalla seconda alla sesta posizione è stata “guerra totale” a base di sorpassi e colpi di scena. Ad animare la prima heat ci pensa il solito imprevedibile e funambolico Daniel GIMM, che fra cadute e contatti accidentali termina, arrabbiatissimo, al quarto posto. Andrea VIANO, appena rientrato da un infortunio, è bravo ad approfittare degli errori degli avversari e conquista la terza posizione. Super anche Edoardo VOLPICELLI che rimane concentrato e chiude quinto. Una menzione speciale per il piccolo Simone PAVAN (KTM Evo+XOffRoad Junior Team), che ha partecipato a questa manche e poi è corso a fare la Prima Comunione, piccole follie che può capire solo chi ha il motocross nel cuore…

Gara #2 - Nella seconda heat Daniel Gimm è decisamente più concentrato, parte davanti ma non riesce a tenere il ritmo del veloce Andrea Viano, che lo supera per poi andare a vincere. Alle loro spalle il solito duello Russi, Ladini, vinto anche questa volta da Matteo Russi. Quinto un tenace Andrea GAZZANO.
Il podio di giornata vede vincitore Andrea Viano, seguito da Matteo Russi e Daniel Gimm.

Junior Mx Debuttanti
Cosa possiamo dire di questi piccolini, se non che li amiamo e li ammiriamo per il coraggio con cui affrontano piste impegnative e per l’attenzione con cui seguono le indicazioni e i consigli attenti dei tecnici federali.
Solo per dovere di cronaca diciamo che Mattia Mariani ha vinto la classifica di giornata, davanti a Alberto Sanna ed Andrea Valletti. Come sempre, per noi, hanno vinto tutti e ma soprattutto ha vinto il motocross.

RISULTATI MXJUNIOR 2015 http://www.mgmtiming.it/2015/Selettive%20MX%20Junior/Default_OR.aspx

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 08/07/2015 :  13:42:09  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIG BANG

4/5 LUGLIO ULTIMO ROUND SELETTIVE CENTRO SUD
OLTRE 200 I PILOTI ISCRITTI!!!
Faenza (RA) - Sono tutte piste “da mondiale” quelle che hanno ospitato le selettive del Campionato Italiano Junior, perché i Runner Young si meritano il meglio. Così, ad accoglierli, questo sabato e domenica sarà la volta dello splendido tracciato Monte Coralli di Faenza, teatro di splendide incoronazioni, tra cui le più “recenti” quelle di David Philippaerts e Antonio Cairoli.
Gli oltre duecento piloti si schiereranno al via di un ultimo tiratissimo round, dai tratti contemporaneamente amari ed entusiasmanti, infatti la posta sportiva in palio è altissima: solo i primi venti per categoria si qualificano per la fase finale del campionato, per gli altri resterà la bellissima speranza di tante prossime occasioni.
E poi ci saranno anche i primi titoli da assegnare, quelle dei podi delle selettive centro sud. Insomma, prepariamoci ad un weekend “infuocato”, perché sarà “lotta” per ogni e qualsiasi posizione.

MxJunior 125
Alessandro Lentini e Paolo Ricciutelli, dopo aver dato vita ad un duello mozzafiato nelle due manche Montevarchi, si ritrovano, rispettivamente primo e secondo in classifica generale, divisi solo da quaranta punti e tallonati da vicino da Luka Milec (Husqvarna Solarys), ed Andrea Zanotti. Con dei rider così agguerriti, non è difficile prevedere una gara appassionante, a base di sorpassi fulminanti e rincorse all’ultimo respiro. Ma non saranno solo i primi quattro a dare spettacolo, tutti si giocano qualcosa d’importante in questo ultimo round, insomma, quest’estate i 125 sono decisamente “caldi”!

MxJunior 85 Senior
Emilio Scuteri sta facendo la “perfect season”, in queste selettive ha vinto quattro manche su quattro disputate. I mille punti accumulati sin qui dal ragazzino calabrese potrebbero pesare come un macigno, ma non su Alessandro Facca, secondo in classifica, che sicuramente si presenterà ai cinque secondi “leggero” come sempre, pronto a conquistare l’holeshot a cui ci ha abituati. Gioele Palanca, Mattia Capuzzo, Fancesco Bassi (KTM - Revolution Racing Team) e Carmelo Ferla non hanno paura di nessuno e proveranno in tutti i modi a rovinare la festa al duo di testa. Insomma, anche fra i senior, le emozioni non mancheranno.

MxJunior 85 Junior
La situazione degli Junior 85 è la fotocopia di quella dei Senior. Andrea Adamo, anche lui un ragazzo del sud come Scuteri, ha fatto l’en plein e guarda dall’alto i suoi inseguitori. Antonio Giordano (Husqvarna Solarys), rookie con il carattere di un leone, tenta in ogni modo di inseguirlo, anche se da lontano. Gaetano Cassiba, Carmelo Francesco Riolo e Cosimo Bellocci si contendono la terza posizione, separati fra loro da soli 50 punti. Ma dietro sarà pura bagarre per assicurarsi quel posto in finale che da mesi abita i sogni di tutti i giovani rider.

MxJunior 65 Cadetti
E’ apertissima, invece, la lotta fra i Cadetti 65, Matteo Vantaggiato e Valerio Lata si giocano la prima posizione, separati da dieci punti, una differenza irrisoria quando a confrontarsi sono ragazzini così determinati e veloci. Giovanni Lippolis, Fabiomassimo Palombini Giorgio De Crescenzo e Tiberio Mazzantini combatteranno come dei lupetti per un terzo posto decisamente alla loro portata. E gli altri? Non staranno certo a guardare, sono piccoli, ma hanno coraggio e tecnica da vendere. Non dimentichiamo che sono loro il futuro del motocross!

Insomma al Monte Coralli i piloti dell’Italiano Junior saranno più forti dell’afa e più splendenti del sole!

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 08/07/2015 :  13:43:18  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
BRIVIDO CALDO

ROUND #3 FAENZA - Chiudete gli occhi ed immaginate una giornata d’estate, una di quelle giornate dove l’aria è talmente immobile da farti mancare il respiro e il sole brucia sulla pelle e offusca i pensieri. Insomma pensate ad uno di quei giorni in cui l’unica cosa che vorreste fare è stare seduti all’ombra di un platano, ad aspettare la sera. Ora riaprite gli occhi e venite a vedere 155 ragazzini che, nell’afa soffocante, non solo hanno il coraggio di gareggiare, ma lo fanno senza risparmiare energie fisiche e mentali, guidati solo da un amore infinito per il motocross. E passione è la parola che meglio definisce questo ultimo round delle Selettive Centro Sud a Faenza. La passione dei giovani rider e dei loro genitori, ma anche la passione del Motoclub organizzatore che ha preparato e gestito per tre giorni la pista in maniera perfetta. Il weekend del Monte Coralli è stato faticoso per tutti, ma anche indimenticabile, la giusta ricompensa per chi vive questo sport con tutta l’anima.

125
Gara 1
Neanche il caldo frena i bollenti spiriti dei 125 che, come al solito, hanno dato vita ad uno spettacolo entusiasmante. Gli ingredienti per una gara di pura adrenalina ci sono tutti. Alessandro Manucci, finalmente ritrovato, centra l’holeshot, il pilota TM Factory Racing gira la prima curva praticamente affiancato a Riccardo Lauretti (KTM), anche oggi veloce e reattivo. Alessandro Lentini (Husqvarna), alle loro spalle, non resta a guardare, abbassa la testa, gira l’acceleratore e parte all’inseguimento dei due fuggitivi, il ritmo del ragazzo di Cantalice è indiavolato e in cinque giri conquista la testa della gara. Anche Luka Milec (Husqvarna - Solarys) non ama stare nelle retrovie e dà vita ad un forcing impressionante, che lo porterà a combattere proprio con Lentini, alla fine, però, lo sloveno si deve accontentare della seconda posizione. Più tranquilla la gara di Andrea Zanotti (Yamaha) che termina quarto, alle spalle di Manucci. Bravo anche Manuel Iacopi (Yamaha) che chiude, in rimonta, al quinto posto.

Gara 2
Gli errori e le cadute sono il liet motiv di questa seconda manche.
La stanchezza dovuta al gran caldo inizia a farsi sentire, i piloti sono meno lucidi, sbagliare diventa semplice. Non sbaglia però Alessandro Manucci che aggiunge un altro holeshot alla sua collezione di giornata e mantiene il comando sino al nono giro, quando si deve arrendere al solito, scatenato Alessandro Lentini. Il pilota su Husqvarna, a questo punto della stagione, sembra proprio aver trovato la quadratura del cerchio e si dimostra assolutamente competitivo in vista della fase finale del campionato. Luka Milec, come in gara uno, tallona Lentini, fino a quando una caduta non lo costringe a ripartire dall’ottava posizione, lo sloveno è un tipo decisamente tosto e non si lascia scoraggiare, davvero bella la sua rimonta sino alla terza piazza. Anche Paolo Ricciutelli (KTM), protagonista di una caduta all’ultima curva del primo giro, ha la forza di reagire e passare quarto alla bandiera a scacchi. Molto bello il recupero che porta Andrea Zanotti dalla nona alla quinta piazza. Le selettive si chiudono qui per i 125, Alessandro Lentini ha dominato, ma dietro di lui Milec, Ricciutelli, Zanotti e Lauretti promettono di dare battaglia, quando a settembre il gioco si farà davvero duro.

85 Senior
Gara 1
Se fosse un film, questa manche degli 85 senior sarebbe un thriller dai colpi di scena a ripetizione e con il finale a sorpresa. La notizia più sorprendente è che Emilio Scuteri (KTM), non solo non domina la gara, ma parte male e non riesce ad andare più in là del terzo posto…Ne approfitta Francesco Bassi (KTM) che è primo alla prima curva. Matteo Scalambra (TM Fiamme oro) però non ci sta. I due danno vita ad un duello entusiasmante a base di sorpassi e controsorpassi, finchè il ragazzo toscano non cade sul rettilineo. A questo punto è bagarre, Scalambra passa al comando tallonato da Mattia Capuzzo (Husqvarna - Fiamme oro). Gioele Palanca (TM - Fiamme oro) capisce che, in questa gara, niente è scritto e accelera come se non ci fosse un domani. I fatti gli danno ragione, all’ultimo giro infatti, la sfortuna colpisce Mattia Capuzzo, costretto a fermarsi per un problema tecnico. Palanca ci crede sempre di più e tenta un sorpasso su Scalambra e va a vincere …la tenacia è stata premiata. Francesco Bassi, nonostante la caduta termina quarto. Ancora una volta bravissimo il siciliano Carmelo Ferla (Husqvarna), quinto.

Gara 2
Scuteri è umano e può sbagliare, non più di una volta per manche però! Il ragazzo Calabrese approfitta dell’assenza dello specialista in partenze Alessandro Facca e va a prendersi anche l’holeshot, evitando anche il mucchio in partenza . Il resto è storia, la solita gara solitaria sino alla bandiera a scacchi. Alle sue spalle, nei primi giri, un sorprendente Davide Costantini (KTM) e un incredibile Ciro Tramontano (Husqvarna), appena rientrato da un brutto infortunio. Costantini riuscirà a tenere, con i denti, la seconda posizione sino alla fine, mentre il ragazzino napoletano sarà protagonista di una caduta, fortunatamente senza conseguenze. Gioele Palanca (TM - Fiamme oro) chiude terzo, quarto è Francesco Bassi, che ha rimontato, con la solita testardaggine, dall’ottava posizione. Fantastico anche il recupero di Mattia Capuzzo, coinvolto nella caduta in partenza il ragazzo emiliano parte diciassettesimo e arriva a conquistare un quinto posto incredibile. Inutile dire che Emilio Scuteri domina la classifica di queste selettive, a questo punto siamo davvero curiosi di vedere il confronto con Raffaele Giuzio, che nelle selettive Nord sta sbaragliando gli avversari. Gioele Palanca, Francesco Bassi, Alessandro Facca e Davide Costantini chiudono il quintetto di testa. Una menzione speciale per Mattia Capuzzo, sesto, che avrebbe occupato una posizione migliore con un pizzico di fortuna in più.

85 Junior
Gara 1
Solito copione e solito protagonista invece fra gli Junior: Andrea Adamo (KTM). Holeshot e gara in solitaria per il ragazzino siciliano , che sembra proprio non avere rivali. Sarebbe una gara noiosa, se non ci fosse il solito Antonio Giordano (Husqvarna - Solarys), genio e sregolatezza che recupera dalla quattordicesima alla settima posizione, prima di tentare un sorpasso, forse azzardato, su Nicolò Borrozzino (Husqvarna). Nel contatto cadono entrambi ma è il piccolo napoletano ad avere la peggio, quando si rialzerà non ci sarà più tempo per recuperare. Molto bravi Roberto Pezzatini (Husqvarna) e Mattia Paglionico (KTM), rispettivamente secondo e terzo. Chiudono i “cinque” Iacopo Fabbri (Husqvarna) e Pietro “Razzo” Razzini (Husqvarna - Fiamme Oro). Un super brava alla “bimba” Elisa Galvagno (KTM) che chiude decima, dimostrando che le ragazzine ci sanno fare anche nel motocross.

Gara 2
Lo strapotere di Andrea Adamo monopolizza anche Gara 2. Holeshot e vittoria schiacciante.
“Razzo” Razzini si toglie una bella soddisfazione e chiude secondo, seguito dal solito Antonio Giordano, in rimonta dal settimo posto, d’altra parte sappiamo che le cose semplici non gli sono mai piaciute. Quarto Mattia Paglionico, quinto Nicolò Borrozino. Inutile dirvi che con 1500 punti Andrea Adamo ha “sbancato” le selettive centro sud. Andrea Giordano, nonostante i colpi di testa e l’inesperienza da Rookie è secondo, seguito da Pietro Razzini, Gaetano Cassiba (Yamaha) e Mattia Paglionico.

65 Cadetti
Gara 1
Entusiamante la gara dei Cadetti che nonostante le condizioni estreme hanno dato prova di grande determinazione. Valerio Lata (KTM), il piccolino della Scuderia Milani parte a razzo, tallonato da Morgan Bennati (KTM) e Matteo Vantaggiato (KTM). Vantaggiato sembra avere energie inesauribili, aumenta il forcing, passa Bennati e va a prendere Lata. Bellissima la serie di sorpassi e controsorpassi fra i due e l’arrivo in volata che premia Valerio Lata, gli applausi sono, ovviamente, per tutti e due. Giovanni Lippolis (KTM) e Fabiomassimo Palombini (KTM) sono quarto e quinto. Vogliamo fare i nostri auguri ad Andrea Franchini e Alessandro Neri, infortunati per una caduta in partenza. Forza ragazzi, vi aspettiamo in pista più forti di prima!

Gara 2
Matteo Vantaggiato sapeva di poter vincere e così, nella seconda manche, è andato a prendersi l’holeshot , poi ha macinato curve e salti per arrivare, indisturbato, alla bandiera a scacchi. Valerio Lata, questa volta, si accontenta del secondo posto. Morgan Bennati taglia il traguardo in terza posizione, Fabiomassimo Palombini è quarto, con un distacco minimo.
Matteo Vantaggiato, con questa vittoria, ha chiuso al primo posto le selettive, onore al suo avversario di sempre Valerio Lata, secondo con soli dieci punti di distacco. Terzo Palombini, quarto Lippolis e quinto Giorgio De Crescenzo (KTM). Questi i primi cinque ma bravissimi tutti i ragazzini che si sono sfidati in questa fase del campionato

Debuttanti
Come sempre solo una menzione per il coraggio, la caparbietà e la passione dei più piccoli fra i rider. Per i Debuttanti l’avventura dell’Italiano finisce qui, li aspettiamo l’anno prossimo, per continuare questo gioco nel meraviglioso mondo del motocross.

Le selettive Centro Sud sono finite, venti rider per categoria hanno guadagnato l’accesso alle finali di settembre, per tutti gli altri un po’ di delusione e la consapevolezza di aver dato il massimo, perché non importano l’età o risultati, il motocross è una qualità dell’anima.
Il 25-26 luglio i ragazzi del Nord affronteranno la loro ultima selettiva ad Arco di Trento, altre speranze, altri piccoli campioni pronti a sfidarsi per il loro sogno.

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 29/07/2015 :  12:17:42  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
Oltre 180 gli iscritti, aumento considerevole per i Debuttanti
"LA LUNGA ESTATE CALDA"


I ragazzi “normali” a fine luglio sono sdraiati sotto un ombrellone, musica nelle orecchie, sguardo annoiato, non muovono un muscolo, fa troppo caldo anche solo per pensare. I nostri ragazzi, quelli del campionato italiano junior sono, invece, un po’ speciali. Si sono allenati con trentacinque gradi, hanno ignorato la fatica, il sudore, la paura di non farcela. Non hanno mai mollato, sono carichi e motivati, pronti per sfidarsi questo weekend ad Arco Di Trento, nell’ultimo round delle Selettive Nord. Nessuno vuole rimanere fuori dalle finali, per questo tutti, dal primo all’ultimo, dai cadetti ai 125, daranno l’anima ancora una volta. Il Ciclamino è già pronto, fresato e tirato a lucido, il Motoclub Arco aspetta questi ragazzi con lo stesso entusiasmo e la stessa attenzione con cui, qualche mese fa, ha accolto i piloti del mondiale…L’entusiasmo e l’attenzione che questi piccoli campioni meritano!

125
Sino ad ora i ragazzi della 125 Junior hanno dato vita a gare mozzafiato, ogni round ha avuto il suo protagonista indiscusso, la sabbiosa Mantova ha incoronato Morgan Lesiardo e le salite del Ciglione hanno visto trionfare Gianluca Facchetti. Difficile a questo punto, se non impossibile, prevedere chi sarà la star di Arco Di Trento. Infatti, Davide Cislaghi, secondo in classifica generale e in uno stato di forma smagliante, promette di dare battaglia. Anche “Il Puma” Filippo Zonta (quarto a duecentocinquanta punti dal capolista Lesiardo) non starà di certo a guardare. Insomma, siamo sicuri che assisteremo a dei veri e propri fuochi d’artificio sul circuito del ciclamino. Unica nota stonata, purtroppo “Facchettino” non sarà della partita, a causa di un virus che ha compromesso anche la sua partecipazione al “Mundialito” di El Molar. Forza campione, ti aspettiamo in pista al più presto!

85 Senior
Raffaele Giuzio si presenta a questo ultimo round con il suo solito sorriso disarmante, la sua guida perfetta, 1000 punti in classifica e una prestazione maiuscola ottenuta al FIM Junior World Championship in Spagna…Insomma, nei senior del nord, in questo momento, è decisamente lui il rider più forte e da cui ci aspettiamo il massimo. Alle sue spalle in queste selettive, un ottimo Federico Tuani ed un eccellente Giulio Nava daranno sicuramente vita ad una sfida entusiasmante. Ma sono tanti i nomi da tenere d’occhio e che non si risparmieranno in questa gara, Manolo Morettini, Simone Malagola, Lorenzo Corti, per non dimenticare Simone Crippa ed Emanuele Lamera. Le emozioni sono garantite!

85 Junior
Tommaso Sarasso guida la classifica, Kevin Cristino lo tallona, a soli 54 punti di distanza. Alberto Barcella e Andrea Bonaccorsi sono in agguato, alle spalle del duo di testa. Insomma, come sempre, quando si affrontano gli junior, l’agonismo e l’adrenalina saranno alle stelle. I più giovani sull’ottantacinque porteranno il loro entusiasmo e un po’ della loro sana incoscienza anche fra le montagne trentine e sapranno, sicuramente, entusiasmarci ancora una volta.

65 Cadetti
E’ apertissima anche la sfida fra i Cadetti 65, dove Matteo Russi, Daniel Gimm e Alberto Ladini, separati da una manciata di punti, si giocano la prima posizione. Nessuno, però, di questi piccoli rider starà a guardare. Sicuramente Nicolò Turaglio, Rocco Bertin, Francesco Gazzano, Andrea Viano, Edo Volpicelli e Simone Pavan faranno di tutto per ottenere un grande risultato. La grinta, la velocità e la determinazione non si misurano con l’età!

65 Debuttanti
Cresce considerevolmente il numero degli iscritti di questa categoria, una soddisfazione condivisa che deve il risultato al trattamento “Special” che viene riservato ai “piccoli”: prove assistite, consigli tecnici e pratici dai tecnici della Federazione.

E allora ci vediamo al Ciclamino, la lunga estate calda dei ragazzini del motocross è quasi al suo culmine!

Vi aspettiamo in pista! #staywithus

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page

CAP
Pilota da 1000cc

Italy


927 Posts

Posted - 29/07/2015 :  12:19:51  Rispondi SENZA citare messaggio originale  Rispondi citando il messaggio originale  Visit CAP's Homepage
VENTO D’ESTATE
Arco di Trento (TN) - Sabato 25 e domenica 26 ad Arco di Trento nello splendido circuito del Ciclamino, si è disputato l’ultimo round delle selettive Area Nord del Campionato Italiano Junior.

La fase delle selettive quindi è ormai terminata, centinaia di giovanissimi piloti tra nord e sud si sono sfidati per conquistare la possibilità di accedere alle finali.
Solo quaranta ragazzi per ogni categoria si ritroveranno il 6 settembre a Castellarano per la Finale#1 di questo scoppiettante Campionato.

125
Gara 1
Con Morgan Lesiardo e Filippo Zonta in Belgio ad allenarsi per l’imminente gara di Europeo a Lommel e Gianluca Facchetti messo Ko da un virus, avevamo il timore che questa utima gara dei 125 potesse essere meno interessante. Fortunatamente ci siamo sbagliati, i riders che si sono presentati ad Arco Di Trento non si sono risparmiati e hanno regalato grandi emozioni . Il duello fra Davide Cislaghi (TM), in una forma strepitosa e Nicola Bertuzzi (KTM), stilosissimo come sempre, è stato uno di quelli che non si dimenticano facilmente. Davide centra l’hole shot e vola sulle salite del Ciclamino, solo Nicola Bertuzzi riesce a tenere il suo ritmo indiavolato. Non ci sono sorpassi o contatti, ma un duello a distanza ravvicinata, quasi psicologico, in cui il pilota davanti inanella una serie di giri veloci e quello che segue, distanziato solo di pochi decimi, risponde colpo su colpo. Bravo Davide a non sbagliare nonostante la pressione continua, bravissimo anche Nicola che ci ha creduto sino alla fine. Alle loro spalle le battaglie “all’ultimo sorpasso” si moltiplicano, per il terzo posto è bagarre fra Andrea Vendruscolo (KTM), Yuri Quarti (KTM), Mario Tamai (Yamaha) e Vaja Feliz (KTM). Sarà Yuri Quarti ad avere la meglio sui combattivi avversari. Molto convincente anche Manule Ulivi (Valvoline ABC MX – Yamaha), che chiude settimo dopo una rimonta mozzafiato dal quattordicesimo posto. Sfortunato Simone Ossola (KTM) che, dopo essere stato sesto per gran parte della manche si deve arrendere ad un problema tecnico.

Gara 2
Davide Cislaghi (TM) allarga i gomiti, abbassa la testa e parte davanti a tutti. Nicola Bertuzzi (KTM) non esce benissimo dal cancelletto, ma è talmente veloce da ritrovarsi al termine della seconda tornata già alle spalle del leader della corsa. A questo punto ha inizio il solito copione, con Cislaghi davanti e il pilota del Silver Action all’inseguimento forsennato. La bandiera a scacchi vedrà le posizioni immutate, ma ogni giro è valso il prezzo del biglietto. Dietro di loro arriva, dopo una battaglia con Giacomo Zancarini (HUSQVARNA), ancora una volta un grande Yuri Quarti (KTM). Il giovanissimo “Rookie” Mattia Guadagnini (Yamaha) conquista una splendida quinta posizione. Sesto un sorprendete Pietro Secco (KTM), settimo Manuel Ulivi (KTM). La classifica di giornata vede, ovviamente, Davide Cislaghi sul gradino più alto del podio, seguito da Nicola Bertuzzi e Yuri Quarti. I punti accumulati in questo round garantiscono a Cislaghi e Bertuzzi anche il primo e secondo posto in queste selettive, terzo Morgan Lesiardo .

Gara 1
Che Raffaele Giuzio (KTM) è in un momento magico l’avevamo già capito da tempo e l’ottimo risultato al Campionato Mondiale Junior di El Molar lo ha confermato, ma il suo strapotere in queste selettive Nord ci lascia sempre stupiti ed ammirati. Anche ad Arco ha dato spettacolo, l’unica cosa che gli è mancata è stato l’holeshot, conquistato da Lorenzo Corti (MX TEAM ACCADEMY – Husqvarna), piccolo talento rubato all’enduro. Bravo come sempre Federico Tuani (EVO + Xoffroad Junior Team – KTM), pilotino delle Fiamme Oro, che conquista il secondo posto. Al terzo posto un tenace e coriaceo Mirko Valsecchi (Revolution Racing Team - TM) protagonista di una bella rimonta. Giulio Nava (HONDA), secondo in qualifica, a pochi decimi da Giuzio, termina quarto questa heat, quinto Lorenzo Corti.

Gara 2
Cambia la manche, non cambiano i protagonisti e le dinamiche. Raffaele Giuzio (KTM) non riesce a partire davanti neppure questa volta, Lorenzo Corti ((MX TEAM ACCADEMY – Husqvarna) soffia, per un niente, l’Holeshot a Mirko Valsecchi (Revolution Racing Team - TM) . Questa volta Raffaele ci mette quasi tre giri a conquistare la testa della gara, ma quando si trova nuovamente primo fa il vuoto alle sue spalle. Il passo del pilota allenato da Andrea Cervellin è davvero irresistibile e la sua tranquillità, unita ad uno stile di guida maturo e molto tecnico, lo portano a vincere anche questa Heat ed a chiudere le selettive Nord con 1500 punti, un vero trionfo. Mirko Valsecchi, con la sua aria tranquilla e il viso sempre sorridente, è in realtà un piccolo fulmine e conquista la seconda piazza. Simone Malagola (KTM) riscatta la sfortuna di Gara 1 (la sua moto, dopo un contatto, era rimasta incastrata a quella di Simone Crippa ) e chiude con un eccellente terzo posto. Bravo anche Georg Stolzlechner (Husqvarna), quarto. Federico Tuani (EVO + Xoffroad Junior Team – KTM) è protagonista di una grande gara, tutta in rimonta, una serie di sorpassi mozzafiato lo portano dalla dodicesima alla quinta posizione. La classifica di giornata vede Raffaele Giuzio davanti a Mirko Valsecchi e Federico Tuani. Mentre il campionato consacra vincitore Raffaele Giuzio, sui gradini più bassi del podio Federico Tuani e Giulio Nava (protagonista di una seconda manche sfortunatissima).

Gara 1
Come sempre, quando corrono gli Junior qui al nord, dobbiamo trattenere il fiato e cercare di controllare le emozioni. I più giovani fra gli ottantacinque non si smentiscono neppure ad Arco Di Trento. Alberto Barcella (Suzuki), che ha picchiato duro il sabato mentre provava la moto nel pistino, purtroppo, non riesce a gareggiare, con lui la gara, già tiratissima, sarebbe stata ancora più avvincente. Kevin Cristino (KTM) parte davanti, Tommaso Sarasso (Evo XOffroad Junior Team – KTM) non ci sta, va a prenderlo e lo supera già al primo giro. Il pilota piemontese non ha però nessuna intenzione di mollare e si francobolla all’avversario. I due sono quasi affiancati, nessuno si vuole tirare indietro, un piccolo contatto è inevitabile, ne approfitta Andrea Bonaccorsi (KTM), che prende il comando per non lasciarlo più. La bagarre fra Kevin e Tommy continua, un altro contatto, una scivolata e Andrea Rossi (KTM) ringrazia e conquista la seconda posizione. Cristino e Sarasso chiudono, rispettivamente, in terza e quarta posizione. Gianluca Nebbia (KTM) chiude con un bel quinto posto ed Alberto Brida (Kawasaki), con la sua kawasaki, è sesto.

Gara 2
Non c’è neppure il tempo di far sedimentare le emozioni che i “bambini terribili” dell’ottantacinque junior sono già in pista. Kevin Cristino (KTM), piccolo, leggero e scattante sulla sua Ktm conquista nuovamente l’holeshot. Di nuovo, Tommaso Sarasso (Evo XOffroad Junior Team – KTM), che non ha nessuna intenzione di essere secondo, lo passa al primo giro. La foga e l’adrenalina fanno però sbagliare il pilota del team EVO + XOffroad Junior Team, Tommaso scivola e lascia la porta aperta a Cristino e Bonaccorsi. Se c’è qualcosa che non manca a Sarasso è proprio la grinta, non si demoralizza e in pochi giri si riporta al comando. La sua leadership è di breve durata, perché Kevin Cristino, altrettanto grintoso e veloce, gli strappa la prima posizione per tenerla sino alla bandiera a scacchi. Vittoria di giornata e di campionato per il pilotino piemontese. Tommaso Sarasso è terzo di giornata ma secondo in campionato. Andrea Bonaccorsi (KTM) secondo di giornata e terzo in campionato.

Gara 1
Spettacolari, coraggiosi e teneri, come sempre, i piccoli cadetti. Simone Piai (KTM) centra l’holeshot, Daniel Gimm (KTM), il piccolo folletto con il ciuffo biondo, si porta però immediatamente al comando. Resiste per due giri ad Andrea Viano (KTM), poi deve cedere alla velocità incredibile del piccolo piemontese. Andrea conquista Gara 1, alle sue spalle Rocco Bertin (KTM) e Daniel Gimm. Quarto un sorprendente Nocolò Turaglio (KTM) e quinto Simone Piai.

Gara 2
Nella seconda Heat Andrea Viano (KTM) dimostra tutta la sua forza, rimanendo in testa dal primo all’ultimo giro. Il piemontesino si prende tutto tranne l’holeshot che è di Daniel Gimm (KTM). Secondo Rocco Bertin (KTM), terzo ancora Gimm. Quarto, dopo una prima manche sfortunata, Alberto Landi (KTM). Quinto il piccolo Edoardo Volpicelli (KTM). Daniel Gimm vince il campionato, davanti a Viano e Bertin (entrambi con una gara meno).

Debuttanti
Per i debuttanti l’avventura del campionato italiano finisce qui. Tutti bravi e da ammirare questi piccolini, bravissimi anche i tecnici Federali che li hanno seguiti con pazienza e competenza per tutte le tre tappe delle selettive. Le due manche hanno avuto risultati identici, con Mattia Mariani (KTM) davanti ad Alberto Sanna (KTM) e Alessandro Gaspari (KTM). Il campionato è stato vinto da Mattia Mariani, alle sue spalle Alberto Sanna e Gabriele Doglio (KTM).

Appuntamento dunque a settembre per il primo round del Campionato Italiano JuniorMX. A tutti, dal primo all’ultimo dei partecipanti va il nostro ringraziamento e il nostro applauso. Siete stati fantastici, coraggiosi, tenaci e soprattutto corretti, in pista e fuori! Ai piloti infortunati un grande in bocca al lupo, vi aspettiamo il prossimo anno più forti di prima!

Vi aspettiamo in pista! #staywithus

Potete trovare tutte le informazioni, inerenti al Campionato Italiano JuniorMX e a tutte le altre manifestazioni OffRoad sul nostro sito www.offroadproracing.it

CAP - GSXR 1000 K5 (http://www.flickr.com/photos/capiophoto/ www.motocrossitalia.it www.capiophoto.it)
Team 88 VMX (https://www.facebook.com/groups/team88vmx/)
Go to Top of Page
  Discussione precedente Discussione Prossima discussione  
Jump To: